Sigarette Elettroniche

Che Liquidi Inseriamo nelle Sigarette Elettroniche?

Le sigarette elettroniche ormai hanno rivoluzionato per sempre il mondo dei fumatori. Tra gli amanti del tabacco sono sempre più le persone che decidono di abbandonare la vecchia cara sigaretta a combustione a favore della più tecnologica e salutare sigaretta elettronica. Tanto che nel Regno Unito è stata sponsorizzata da una campagna nazionale come ottimo metodo per smettere di fumare.

Ma allora se non utilizza il metodo di combustione del tabacco, cosa fuma una persona che svapa con la sigaretta elettronica? La ECig ottiene il fumo attraverso la vaporizzazione di un liquido presente nel piccolo contenitore che funge da serbatoio. Una volta che questo liquido si esaurisce la semplice operazione da compiere è quella di riempire nuovamente il serbatoio et voilà, la vostra sigaretta elettronica sarà pienamente funzionante.

base neutra nicotina

Come capire il liquido da acquistare?

Le tipologie di liquido in commercio sono molto varie e bisogna stare molto attenti a ciò che si acquista perché a volte è necessario mischiare o diluire i composti acquistati per ottenere un liquido adatto alle migliori svapate. In commercio, infatti, è possibile trovare sia i liquidi già pronti, sia le basi neutre che gli aromi concentrati. Queste tre tipologie di liquido differiscono molto tra di loro non solo per gli elementi che le compongono ma anche per l’utilizzo.

I liquidi pronti sono dei liquidi che vengono venduti già pronti all’uso e quindi l’unico compito sarà di inserirli nella sigaretta elettronica e farli evaporare. La loro composizione standard prevede la presenza di una base neutra miscelata a un aroma concentrato che ha il compito di donare al liquido il gusto prescelto. A questa combinazione standard solitamente è stato aggiunto un quantitativo di nicotina in base alle varie esigenze dei consumatori (ma che in ogni caso non può superare i 20mg/ml) e in rari casi si aggiunge anche un minimo quantitativo di acqua.

Le basi neutre sono dei composti di glicole propilenico (PG) e glicerolo vegetale (PV) che possono essere mischiati in proporzioni variabili a seconda del gusto del consumatore. Molte persone per esempio possono essere intolleranti alla glicerina vegetale e quindi nel loro caso è preferibile scegliere una base con una più alta componente di glicole propilenico, questa soluzione è consigliata anche per chi preferisce avere una svapata con molto vapore. Per chi invece non ha problemi di intolleranze e preferisce sentire il sapore dell’aroma piuttosto che avere una svapata molto voluminosa è preferibile la soluzione che prevede un’equa concentrazione di glicerina vegetale e glicole propilenico.

starbis aroma concentrato

Che aroma sei?

Gli aromi concentrati meritano un paragrafo a parte. Essendo le basi “neutre”, esse sono completamente prive di gusto e per questo necessitano di una componente aromatica che ne trasmetta la fragranza. Questa tipologia di aromi non può essere usata singolarmente ma deve per forza essere diluita nella base neutra in percentuali molto basse che solitamente non superano il 15%.

La varietà di gusti tra cui è possibile scegliere è veramente vastissima e riesce ad accontentare tutti gli svapatori, da quelli che preferiscono sentire il deciso sapore del tabacco a quelli che sono più orientati verso dolci fragranze fruttate. È possibile inoltre modificare l’aroma in base anche al mood in cui lo svapatore si trova. Per esempio le fresche essenze di menta sono ottime durante le calde e afose giornate estive, mentre un aroma biscottato con un delicato tocco di cannella è ottimo per entrate nel più vivo clima natalizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *